Recensione Boo! Greedy Kid – Steam

Publisher: Flying Oak Games
Sviluppatore: Flying Oak Games
Engine: Proprietario
Lingua: Italiano
Genere: Azione
Giocatori: 1
PEGI:
Link: http://store.steampowered.com/app/770630/Boo_Greedy_Kid/
Extra: 

Se avete un’età che finisce con “anta” allora probabilmente avrete giocato con il Commodore 64 al gioco Jack the Nipper, laddove si impersonava un bambino monello. Ebbene in Boo! Greedy Kid sviluppato e pubblicato su Steam da Flying Oak Games avrete modo di ripercorrere le gesta del piccolo monello, in quanto il vostro compito sarà quello di spaventare tutti gli abitanti del palazzo.

Attenzione a non farvi scoprire dalle guardie!

Il gioco, che costa meno di 5 Euro, come si evince dalle immagini  pubblicate presenta uno stile volutamente retrò con grafica in pixel art e animazioni semplice ma simpatiche. Il gameplay è veramente basilare. Muoverete il piccolo spaventatore con i tasti (è possibile usare anche il pad)  mentre per urlare a scuarciagola sarà sufficiente premere la barra spaziatrice (oppure un microfono) per scatenare l’ugola, ovvero urlare. Potete anche provocare i malcapitati (tirerete giù i pantaloi e sculetterete in direzione del malcapitato)  o potrete rotolare su vuoi stessi nel caso siate in pericolo.

Ogni livello presenta diversi appartamenti accessibili attraverso specifiche porte. Se siete al primo piano e volete accedere al secondo, basterà individuare il colore della porta presente per entrare e così arrivare al piano voluto. Alcuni livelli necessitano di passare attraverso diverse porte prima di raggiungere il piano preferito, ma non è nulla di trascendentale in quanto basterà seguire il colore delle porte. Quello che conta comunque sarà spaventare i personaggi presenti per potere così accedere al livello successivo. Per fare questo bisognerà sorprendere i malcapitati di schiena, ovvero da dietro quando il loro sguardo è in direzione opposta alla vostra. Questo perché nel caso urliate davanti/di fronte a loro l’urlo non avrà nesssun effetto. A seconda della persona l’urlo avrà conseguenze differenti. Ad esempio urlare ad una vecchiettà ne provocherà immediatamente lo svenimento dandovi modo di recuperare la moneta. Urlare invece al vecchietto o alla persona disabile in carrozzella, ne provocherà l’ira e questo inveirà contro di voi inseguendovi. A questo punto avete diverse possibilità, potete entrare in una porta e scappare in un appartamente diverso, oppure potete chiudere una delle porte bianche (se presenti) in modo da creare un divisorio nella stanza, o metodo preferito da noi, celarvi dietro un armadio o poltrona o divano. Quando il personaggio in questione si è calmato (lo si vedrà dall’animazione e dall’andatura dello stesso) potrete nuovamente spaventarlo per farlo svenire. Ovviamente i diversi personaggi presentano un numero differenti di sopportazione all’urlo e per alcuni sarà necessario il vostro operato più volte. Tutto facile? No, perchè nel gioco ci sono due imprevisti.

Il primo è l’infermiera (che si presenta in diverse fattezze) in grado di rianimare i malcapitati dal protagonista spaventato. Per questo nei limiti del possibile è sempre meglio prima spaventare l’infermiera per evitare che questa annulli il nostro operato. Più ostico invece il poliziotto (o sua altre declinazioni, anche armato arma e non solo manganello), in grado di seguirvi attraverso le porte, che seppure può essere spaventato, non può essere messo al tappeto. Quindi il nostro consiglio è quello di fuggire oppure spaventarlo e farsi seguire per poi sfuggire. Questo sarà necessario quando il poliziotto staziona in prossimità dell’ascensore che da accesso al piano successivo. Questa difatti sarà accessibile solo quando avrete messo a terra tutti gli npc presenti nel livello, poliziotto escluso.

Ogni livello presenta il fattore tempo e soldi da recuperare dagli npc. In base al tempo e al vostro rendimento riceverete da una a tre stelle. Avere tre stelle per ogni livello sarà una belal impresa.

Se dovreste finire i livelli, ebbene potete sbizzarrirvi con l’editor di livelli. Abbiamo provato a crearne uno senza leggere le istruzioni e sono bastati cinque minuti per posionare tutti gli oggetti, npc e renderlo giocabile tramite. Ovviamente prima dovete iscrivervi a Steamwork per accedere ai livelli creati da altri utenti. A proposito di questo, vi è in nuovo set di 100 livelli messo a disposizione dagli stessi autori.

Graficamente come suddetto e come si può vedere tutto è in pixel art, decisamente adatto al gameplay.