Recensione Mad Bullets – Nintendo Switch

Publisher: isTom Games
Sviluppatore: isTom Games
Engine: Proprietario
Lingua: Inglese
Genere: Sparatutto
Giocatori: 1 /2
PEGI:
Link: https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Devious-Dungeon-2-1555949.html
Versione: 1.0.1
Extra:

Se avetre frequentato le sale giochi negli anni 80 allora sarete sicuramente incappati nei giochi dove il cabinato preentava un fucile o una pistola e si doveva abbattere animali o nemici in divisa o meno al fine di sopravvivere. Ebbene in Mad Bullets disponibile per Nintendo Switch e realizzato da isTom Games avrete modo di rivevire più o meno quella sensazione impugnando uno (o due) Joy-Con. Preparatevi a ricaricare spesso!

Rilasciato originariamente per IOS nel 2014,  isTom Games ha effettuato il porting del titolo anche per la nuova console di Nintendo. Visto la tipologia di gioco bisognerà giocare con il titolo o sul televisore o scollegando uno dei due Joy-Con dalla console e usare gli stessi come si si stesse impugnando un’arma da fuoco. Terminata la fase di calibrazione (due step in realtà) si potrà subito iniizare a giocare o meglio sparare, iniziando dal primo capitolo.

Il gameplay è decisamente basilare. Dovrete sparare a quasi tutto quello che si muove e anche ad elementi del fondale com botti e relativi bonus che potrebbero apparire. Abbiamo detto tutto perchè oltre ai nemici,  che sono evidenziati da un bordo rosso, appariranno a video anche innocenti persone questa volta evidenziate dal contorno verde, il tutto per facilitare il target da colpire.
L’azione si svolge su binari prefissati, ovvero la telecamera andrà avanti e si sposterà a destra o a sinistra in maniera del tutto automatica, lasciando al giocatore il solo compito di sparare e ricaricare, sempre al momento giusto al fine di evitare di ricevere colpi. Difatti i nemici oltre a sparare i colpi alcuni lanceranno verso di voi bombe od oggetti vari atti a diminuire la vostra energia. Fortunatamente è possibile elimiare gli stessi colpendoli con il vostro fuoco, ma nel nostro caso siamo stati più volte sfortunati perché nel momento topico ci siamo trovati senza colpi, e l’aspettare di dovere ricaricare il colpo ne ha provocato la perdita di energia, che può portare al gameover.  E il gameover lo vedrete spesso perché il gioco ha un problema di fondo, ovvero il puntamento. Perché seppure abbiamo provato a ricalibrare lo stesso (puntando il Joy-Con al centro dello schermo e poi successivamente in alto a sinistra) una volta in gioco  avrete un po’ di difficoltà a mirare dove in realtà volete  sparare. E se il gioco deficita in quello che dovrebbe essere il suo punto di forza potete capire che si inizia male.
Arriverete al gameover se subirete troppi colpi oppure ucciderete troppe comparse amiche, appunto quelle evidenziate in verde.

Dal punto di vista grafico, le sagome sono in 2d piatte tipo cartonato, mentre l’ambiente circostante è visualizzato in 3d con una buona varietà e colori molto forti come potete osservare dalle foto.

Per quello che riguarda il comparto sono, motivetti orecchiabili.