Recensione Tetra’s Escape – Nintendo Switch

Publisher: Ratalaika Games
Sviluppatore: ABX Games
Engine: Unity
Lingua: Inglese
Genere: Puzzle
Giocatori: 1
PEGI:
Link: https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/TETRA-s-Escape-1415971.html
Versione: 1.0.0
Extra:

I puzzle game è un genere che ci piace molto perché permette al giocatore di usare la materia grigia in maniera differente rispetto ai giochi dove riflessi e inventario la fanno da padrone. Difatti con Tetra’s Escape, disponibile per Nintendo Switch il giocatore si troverà di fronte a circa 60 schemi, i quali hanno in comune un solo obiettivo. Dovrete raggiungere l’uscita.

Il gameplay è decisamente semplice quanto immediato. In ogni stage controllerete dei cubi che hanno la capacità di cambiare forma (ognuna predefinita in base al colore) in modo da adeguarsi al percorso e formare ponti o scale, utili al cubo protagonista (l’unico in grado di non trasformarsi) di raggiungere il punto di uscita, individuato da un portale luminescente. Posizionando e alterando i cubi in maniera corretta, si riuscrà a raggiungere l’uscita, altrimenti si dovrà rivedere la tattica di gioco e il posizionamento dei  cubi. Questo perché se per alcuni livelli esistono più soluzioni da portare in atto per raggiungere l’uscita, altri necessiteranno il corretto posizionamento e forma. La forma in cui trasmutare è decisamente importante in quanto i cubi hanno la capacità di trasformarsi in più pezzi diferenti (che a dirla tutti sono quelli presenti nel gioco del Tetris, come si può vedere dall’immagine qui sotto).  Ogni pezzo in cui si trasforma il cubo a un punto pivot, su cui il pezzo e le eventuali trasformazioni può girare. Questo perché posizionando i pezzi dovrete anche considerare lo spazio a disposizione, visto che non sarà possibile inserire i pezzi sopra gli elementi del fondale, ma solo in zone aperte. Scegliendo un cubo in basso nel video saranno visualizzate le forme possibili che il cubo può assumere. Una volta selezinata quella necessaria sarà visualizzata a video in trasparenza, sino a quando non deciderete di posizonare il pezzo. Una volta inserito nello stage, non si potrà più modificare la forma o cambiare la posizone.

Dal punto di vista grafico, il gioco non eccelle sicuramente, in quanto tutto è a blocchi abbastanza piatti. Fortunatamente il design volutamente piatto aiuta a concentrarsi su come e dove posizionare le trasformazioni dei cubi. Certo qualche effetto o abbellimento in più non avrebbe guastato, ma essendo un puzzle game ci si può accontentare.