Recensione Mantis Burn Racing

Ogni console che è uscita ha sempre avuto nella sua library dei giochi di auto, siano questi in 2d, 3d o altro. Non poteva quindi mancare anche per Switch un gioco di macchinine con visuale isometrica a volo d’aquila e questo titolo si chiama Mantis Burn Racing.

Il titolo sviluppato da VooFoo Studios con engine proprietario porta sullo schermo della console gare di auto con diversi obbiettivi, come sopravvivenza, carriera, eliminazione tanto per citare alcune delle modalità di gioco, senza dimenticare la possibilità di upgradare il proprio veicolo. Installato il gioco si potrà scegliere dal menu se affrontare la modalità carriera, cimentarsi in una corsa singola oppure andare online per sfidare altri giocatori. Ovviamente consigliamo di iniziare con la modalità carriera al fine di prendere confidenza sia con i circuiti (che non sono tantissimi) sia con i vari mezi a disposizione, visto che ognuno di questi presenta caratteristiche e comportamenti su strada differenti. Difatti prima di ogni gara è possibile scegliere con quale mezzo affrontare la stessa e soprattutto se fare una visita in officina per applicare gli upgrade come cambio, motore, pneumatici o turbo. Ogni upgrade applicato va ad inficiare veramente le caratteristiche del mezzo, rendendolo più veloce oppure con una migliore tenuta di strada a seconda di quello applicato. Ovviamente, se si hanno dei soldi è possibile acquistare anche altri veicoli, ma inizialmente sarà molto difficile. Selezionato il mezzo (con possibilità di scegliere il colore della carrozzeria e del fumo del turbo) si potrà accedere alla mappa della prima stagione, laddove tramite un percorso prefissato sarà possibile affrontare in successione le diverse gare, che variano come tipologia. Ovviamente l’odeale sarebbe arrivare al primo posto ma è sufficiente classificarsi nei primi tre posti per sbloccare la sfida successiva. Parlavamo prima della possibilità di acquistare e gareggiare con diverse auto. Sfortunatamente non tutte le gare permettono di scegliere il mezzo e quindi in alcune di queste sarete costretti ad utilizzare il mezzo imposto, seppure non vi è alcun limite ai potenziamenti installati. A proposito dei potenziamenti possono essere anche rimossi, ma attenzione che rimuovendone uno o più lo stesso andrà perso per sempre e non sarà nemmeno più disponibile tra quelli da montare, fino a quando non ne vincerete un altro.

Per ottenere i potenziamenti da montare sui veicoli sarà necessario superare i vari livelli oppure guadagnarli a seconda del percorso. Nel primo caso l’esperienza acquisita in ogni gara sarà utile per incrementare un indicatore, il quale permette l’avanzamento dell’esperienza e da modo di sbloccare potenziamenti ma anche nuovi veicoli. Altro metodo è quello di prendere rami del percoso in cui vi è alla metà un potenziamento. Superata la sfida avrete guadagnato anche il potenziamento indicato. Questi sono assoltamente necessari per proseguire con il gioco altrimenti a parte le prime gare non andrete veramente molto lontano. Tra l’altro ogni veicolo dopo aver occupato tutti gli slot dei potenziamenti, può essere upgradato, spendendo soli dando modo di aggiungere nuovi slot dove inserire ancora potenziamenti. A nulla toglie di volere inserire i potenziamenti desiderate come più vi aggrada, o misti oppure tutti turbo o aderenza migliorata. Ovvio che un giusto mix garantisce una resa migliore.

I circuiti come suddetto non sono moltissimi, ma andrete a gareggiare in entrambi i sensi e sono presenti diversi ambienti cittadini, nevosi e fango. A proposito di ambiente vi sono alcuni percorsi che presentano grotte, laddove l’illuminazione si fa cupa e inizialmente avrete difficoltà a scegliere la traittoria ottimale… anzi capiterà anche ce vi schianterete! I percorsi sono tutti impegnativi e fondamentale sarà imparare a derapare (contribuisce a caricare il turbo), seguire la scia delle altre vetture, effettuare salti sfruttando cunette o ponti, sfruttare le scorciatoie ma anche la possenza della propria vettura, visto che alcuni veicoli hanno la meglio contro altri negli scontri diretti. I nostri preferiti sono i percorsi innevati.

Nel caso vogliate una sfida maggiore (non che il gioco sia facile) potete andare online e sfidare altri giocatori. Potete scegliere se gareggiare sono con chi ha il medesimo gioco per Switch, oppure sfidare tutti i giocatori in possesso del gioco con versioni per PS4, PC o Xbox One. Qui l’host può decidere la modalità di gioco, e il percorso (oppure lasciarlo casuale) per una sfida sino ad un massimo di 8 giocatori. Devastante la modalità di gioco in cui potrete sparare agli avversari e posizionare mine decisamente accattivante. Partecipando alle cose online si guadagna comunque esperienza, a meno che non scegliate una mcchina che non fa parte del vostro garage, ma che potete comunque prendere in prestito.

Dal punto di vista grafico non abbiamo visto nessun rallentamento ne in single player ne in multiplayer online. Forse l’unico appunto che si può recriminare è sulla scelta cromatica delle vetture (i colori differenti sono poco brillanti) e sul colore verdastro della città forse un po’ troppo irrealistico.

Speriamo in un aggiunta di qualche percorso tramite DLC in futuro.

Lascia un commento