Recensione Swim Out – Nintendo Switch

Publisher: Lozange Lab
Sviluppatore: Lozange Lab
Engine: Proprietario
Lingua: Nessun testo a video
Genere: Rompicapo
Giocatori: 1
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Swim-Out-1355498.html
Extra:

Avete mai desiderato andare in piscina senza bagnarvi? Ebbene Swim Out sviluppato e pubblicato dai francesi di Lozange Lab mette il giocatore di fronte al più classico dei rompicapi, laddove bisognerà guidare, o meglio far nuotare il provetto nuotatore verso l’uscita della piscina, evitando ostacoli e altri occupanti.

Lo ammettiamo, quando abbiamo ricevuto il codice del gioc pensavamo di trovarci di fronte a tutt’altro tipo di gioco, arcade con un bel po’ di animazioni, effetti speciali e quanto altro. Invece già dal primo schermo ci siamo trovati di fronte ad un nudo rompicapo laddove lo scopo di ogni livello è portare all’uscita il nuotatore.

L’azione è a turni, quindi dopo la vostra mossa su una delle caselle disponibili la cpu muoverà gli avversari secondo un path prefissato, che si andrà a ripetere continuamente siano a quando non incapperete in qualche avversario o raggiungerete l’uscita. Per questo capiterà di dover ripetere il livello più volte, al fine di memorizzare il percorso che eseguono gli altri nuotatori e sincronizzare così i movimenti da effettuare. Inoltre in alcuni livelli saranno presenti anche ulteriori ostacoli, come personaggi fermi, o getti di aria che andranno a bloccare i movimenti del nuotatore da uno a tre turni. Come oggetti collezionabili sono presenti alcune stelle gialle da raccogliere oltre che dei palloni gonfibili. Raccogliendo la palla (sarà sufficiente passarci sopra) avrete la possibilità di lanciare la stessa verso un nuotatore (a patto che sia nel range di tiro) comunque visualizzato a video. Colpendolo stordirete lo stesso per un tempo variabile che va da uno a tre turni, dando modo di passare di fianco allo stesso senza preoccuparsi dei movimenti.

Quello che possiamo dire è che mentre per i primi livelli gli schemi sono abbbordabili dal terzo livello gli enigmi schemi di gioco da seguire e mettere in atto diventano più complessi e sarà facile dovere ripetere lo schema anche più volte prima di riuscire a trovare la corretta combinazione di mosse e posizioni dove andare.

Non vi è null’altro da dire, se non che non vi è alcun testo a video perchè il gioco non lo prevede. nemmeno nello opzioni, che sono ridotte all’osso.

E’ possibile giocare sia con i Joy-con sia con il touch, anche se noi personalmente abbiamo preferito giocare con i joypad.

 

  • 6/10
    Grafica - 6/10
  • 6/10
    Sonoro - 6/10
  • 6/10
    Giocabilità - 6,5/10
  • 7/10
    Longevità - 7/10
6/10

Riassunto

Swim Out lo consigliamo solo agli appassionati dei rompicapo e del genere casual. Intendiamoci 100 livelli non sono pochi, ma sovviene un po’ di monotonia, perché graficamente il titolo non offre poi così tanta diversità per i livelli