myplay.it utilizza i cookies per facilitare e ottimizzare la navigazione sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies. X
Torna all'home page di myplay.it
-->

Recensione James Cameron's Avatar: Il gioco

 

Piattaforma: ps3

Distributore: Ubisoft

Sviluppatore: Ubisoft

Numero Blu-ray: 1

Genere: Azione / Avventura

Multiplayer: Si (fino a 8 giocatori)

Dialoghi Audio: Italiano

Lingua Testo: Italiano

Prezzo (indicativo): 69,99 €

Web: Sito ufficiale

Si ringrazia

Alberto Ziello

Sito web:
www.ubi.com/it
PEGI:
Eta' minima PEGI 16   
Pubblicata il
di Alessandro Montoli

Pandora, un modo da conquistare o difendere?

James Cameron's Avatar: Il gioco come facilmente intuibile è il tie-in dell'omonimo film diretto dal regista James Cameron, nuovamente alle prese con la pellicola cellulosa (o meglio digitale) in questo mondo Pandora abitato da esseri senzienti (i Na'vi) che non hanno alcuna intenzione di lasciarsi sopraffare dagli invasori.
Vero è che il vostro destino potrà essere deciso a seconda della scelta fatta durante un momento focale del gioco.


In Avatar impersoneremo il soldato Ryder, catapultato sul pianeta alle prese con problemi di convivenza con gli abitanti originari del luogo. Ovviamente, dove arriva l'uomo, nel 99% dei casi, porta alterazioni e devastazione del luogo ed è per questo ad un certo punto del gioco, avrete modo di scegliere se schierarvi dalla parte degli uomini piuttosto che dalla parte dei nativi Na'vi.

innanzi tutto bisogna subito dire, che il gioco non condivide la trama del film (disponibile da domani 15 gennaio), in quanto Ubisoft ha dovuto e potuto lavorare esclusivamente sulla bozza originale del film, essendo questo ancora tutto da definire quando è iniziato lo sviluppo del titolo. Ovviamente, per garantire un'uscita contemporanea del lungometraggio e del gioco, si è dovuto scendere a compromessi, e adottare per quest'ultimo una trama non necessariamente fedele al film.
Detto questo, i primi momenti del gioco, fungono da tutorial, permettendo di fatto di prendere confidenza con i controlli (per lo meno per quanto riguarda la parte umana) sia quando Ryder si muove appiedato, sia quando questo utilizza dei veicoli. Come è lecito aspettarsi, sotto queste fattezze si hanno a disposizione armi decisamente devastanti che permettono di avere facilmente ragione della fauna ostile del pianeta, che però gode di un fattore di respawn degli stessi decisamente alto, tanto che potrà capitare di rimanere senza munizione e doversi di conseguenza rifornire o direttamente dentro la base recintata oppure attraverso le medesime colonnine sparse per la giungla del pianeta.

A proposito di questa è possibile individuare e catalogare ogni singola forma vivente e vegetale del pianeta Pandora, sia per rendersi conto del livello di pericolosità, sia per generare un rapporto completo del pianeta (e guadagnare a questo proposito anche un trofeo).

Quindi come suddetto, se nella prima fase del gioco si assumerà esclusivamente la forma umana (a parte una sporadica trasformazione), una volta arrivato al bivio decisionale, si continuerà ad assumere questa o si propenderà per rimanere un Na'vi. Indipendentemente dalla scelta fatta, le missioni saranno sequenziali e pressoché simili: queste prevedono dato il punto in cui vi trovate di raggiungere un punto di arrivo, per raccogliere oggetti, riparare marchingegni e il più delle volte compiere delle missioni belliche. La differenza sarà solo nei mezzi utilizzati (meccani nel caso si sia umano, mentre di natura animale nel caso di Na'vi), e nel comparto delle armi a disposizione, decisamente tecnologiche e devastanti per gli umani, leggermente meno potenti, ma ugualmente letali nel caso degli abitanti del pianeta.
Queste con l'avanzamento del gioco, e dopo aver raggiunto livelli di esperienza, potranno essere upgradate, così come il personaggio da noi interpretato potrà acquisire nuove abilità.
Discorso differente invece per l'energia vitale, che si ricaricherà automaticamente non appena saremo lontani (o comunque non sotto attacco) di un nemico: questo permette di godere dei tanti nascondigli e ripari che Pandora mette a disposizione, fermo restando che talvolta per recuperare energia è meglio allontanarsi (o meglio scappare) per poi ributtarsi nella mischia-


Personalmente l'esperienza più avvincente del gioco è l'esplorazione di Pandora: la mappa situata in basso a destra dello schermo aiuta ad orientarsi durante l'esplorazione delle zone del pianeta oltre che fungere da "segnaposto" per il posto da raggiungere quando si è in mezzo ad una missione. Il tutto è decisamente rilassante se non fosse per i continui attacchi dei lupi-vipera, ogni presenti in qualsiasi location, tanto che più se ne abbatte più ne spuntano fuori!

Se si vuole strafare, è possibile anche puntare alla sfida "supremazia" dell'area: questa prevede di dover raccogliere dei campioni vegetali, oppure di uccidere un determinato numero di nemici.

Disponibile anche la sezione multiplayer, la quale mette a disposizione le canoniche modalità di sfida, tipiche di un FPS.

Il comparto grafico è decisamente appagante: Pandora è un pianeta rigoglioso, pregno di vegetazione lussureggiante e morfologicamente diversificato, con pianure, colline, montagne, cascate, corsi d'acqua oltre ovviamente costruzioni dei Na'vi ed insediamenti umani. Il tutto è accentuato dalla tonalità dei colori, volutamente accesi forse a richiamare il lussureggiante della vegetazione. Texture di buona fattura così come gli effetti visivi regalano un aspetto visivo dettagliato dell'ambiente.

Il comparto sonoro presenta il completo doppiaggio in italiano, con una colonna sonora di tipo orchestrale. Nulla di dire.

Per concludere...

James Cameron's Avatar: Il gioco è quello che ci si aspettava da un titolo del genere, ovvero un gioco che convince a metà. Se da una parte non si può non rimanere affascinati da Pandora e dal contesto grafico, è anche vero che la trama e le missioni non spingono il giocatore ad incuriosirsi più del necessario, nonostante le possibilità che un pianeta del genere può offrire. Credo che il successo di questo videogioco, dipenderà molto dall'accoglienza del pubblico italiano che andrà a vedere il film al cinema.

Opinione

Grafica: 8
Sonoro: 8
Giocabilità: 7
Longevità: 6,5
Totale: 6,5


comments powered by Disqus
James Cameron's Avatar: Il gioco recensione per ps3 Recensione di Alessandro Montoli pubblicata il . Pandora, un mondo da conquistare o difendere? James Cameron's Avatar: Il gioco è quello che ci si aspettava da un titolo del genere, ovvero un gioco che convince a metà. Se da una parte non si può non rimanere affascinati da Pandora e dal contesto grafico, è anche vero che la trama e le missioni non spingono il giocatore ad incuriosirsi più del necessario, nonostante le possibilità che un pianeta del genere può offrire. Credo che il successo di questo videogioco, dipenderà molto dall'accoglienza del pubblico italiano che andrà a vedere il film al cinema.
Pubblicità
Approfondimento
James Cameron's Avatar: Il gioco per ps3 è il titolo recensito. Controlla negli altri box, per scoprire trofei, curiosità, soluzioni e altri contenuti!
Trofei
11
12
1
1
Canale Facebook
Canale Twitter

Canale Youtube
Le altre recensioni