Recensione At Sundown – Nintendo Switch

Publisher: Versus Evil
Sviluppatore: Mild Best Games
Engine: Unity
Lingua: Italiano
Genere: Sparatutto / Azione
Giocatori: 1
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/At-Sundown-Shots-In-The-Dark-1492838.html
Versione: 1.2.0
Extra:

Realizzato da Mild Best Games e pubblicto da Versus Evil At Sundown è uno sparatutto incentrato sul multiplayer locale e via internet, con la possibilità di esercitarsi in locale tramite una serie di missioni. Rilasciato inizialmente in esclusiva sulla piattaforma Discord, è disponibile da qualche giorno anche la versione per Nintendo Switch.

Vi avvisiamo. Se non amate il multiplayer allora questo è un titolo che non fa per voi. Perché è decisamente incentrato sulla componente multigiocatore, sia questa in locale, quindi contro quattro vostri amici presenti in stanza, oppure contro quattro perfetti sconosciuti tramite internet. Nel caso più disperato potrete aggiungere dei bot controllati dalla cpu. A proposito di questo per giocare in multiplayer online avrete necessariamente bisogno di avere attivo l’abbonamento al Nintendo Switch online service, altrimenti dovrete accontentarvi di giocare con amici o alle missioni di allenamento.

Detto questo, qualunque sia la vostra scelta avrete modo di confrontarvi contro altri tre amici/nemici scegliendo prima di ogni partita il colore identificativo. La visuale come si può vedere dalle foto è dall’alto e dobbiamo ammettere che questa ci è congeniale ed è adatta alla tipologia di gioco. Selezionato il proprio colore avrete modo di selezionare una delle sei arene disponibili su cui dovrete muovervi e sparare a menadito. Questo perché una volta iniziata la partita tutti i quattro giocatori saranno catapultati in un punto random del livello, pronti a decretare il vincitore in base al numero di uccisioni. Ebbene si, anche qui l’importante è vincere non partecipare.

A disposizione di ogni contendente vi sono le più classiche armi da fuoco che hanno dalla loro la gittata ma che mostrano anche, quando usate, la posizione del vostro avatar. Questo perché tutti i giocatori all’interno dello stage saranno invisibili a meno che non si trovino sotto una fonte di luce. Questo permette di evitare l’effetto sorpresa, perché a meno che un avversario non spari sarà impossibile determinare la sua posizione. A questo punto potrete utilizzare due tattiche. O sparare a casaccio sperando di colpire qualcosa, oppure apsettare che un avversario faccia fuoco, raggiungere la sua presunta posizione e finirlo nel più totale silenzo con la katana, spada che lascia poca speranza all’avversario.

Avrete modo di girovagare su sei mappe suddivise in zone come la discoteca location che metterà alla prova l’abilità di celarsi, visto la presenza di numerosi fonti luminose.

Il vero problema sarà nel controllare il vostro personaggio in quanto proprio non lo vedrete nemeno voi e quindi dovrete avere o molto intuito o molto c… fortuna nel capire dove muovervi. Il rumble vi aiuterà a capire quando andrete a sbattere contro i muri.