Recensione NAIRI: Tower of Shirin – Nintendo Switch

Publisher: Another Indie Studio
Sviluppatore: HomeBearStudio
Engine: Unity
Lingua: Italiano
Genere: Avventura
Giocatori: 1
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/NAIRI-Tower-of-Shirin-1476594.html
Versione: 1.0.0
Extra:

Lo studio metà austriaco e giapponese di HomeBearStudio porta su Nintendo Switch l’avventura punta e clicca NAIRI: Tower of Shirin riportandoci indietro nel tempo, quando divoravamo giochi del genere.

Come avrete facilmente intuito dal titolo, la protagonista del gioco è una ragazzina il cui nome corrisponde a Nairi appartenente ai quartieri nobili di una cittadina esotica nel deserto facente parte dello stato di Shirin.  Difatti lei è la figlia del Consigliere di Soluna, figura ad alto valore politico visto che nella città esiste l’omonima torre Soluna. Causa forza maggiore dovrà abbandonare la cittadina con la’ito del vicino di casa Frederick celandosi dentro una cesta, ma sfortuna vuole che durante il tragitto la carovana venga intercettata dai predoni (dei simpatici micioni) e quindi fatta prigioniera. Da qui inizierà veramente la vostra avventura che si evolverà tra enigmi,  ricerca, untilizzo di oggetti e dialoghi, il tutto per andare a scoprire i segreti della città di Shirin.

Ebbene si, siamo davanti all’avventura più classica, dove la prima cosa da fare per ogni location è quella di esplorarla, cercando indizi, oggetti da raccogliere o su cui utilizzare uno di quelli presenti nell’inventario, oppure mettere a prova la materia grigia per risolvere uno dei minigiochi presenti. Ad esempio nella prima location che andrete a visitare, o meglio sarete costretti potrete mettere in pratica sin da subito quello descritto perchè dovrete uscire dalla cella che vi tiene prigionieri. Da qui esplorazione (facilitata invero dal cambiamento del puntatore a seconda dell’azione disponibile come lente di ingrandimento oppure ingranaggi, ambedue a significare che si può interagire), ricerca di oggetti, e un po’ di ingegno saranno necessari per conquistare la presunta libertà.

Ovviamente come suddetto non mancano altri personaggi con cui dovrete necessariamente condividere i vostri dubbi e necessità. Alcuni dialoghi sono di contorno mentre altri saranno necessari (visto le risposte multiple) per potere proseguire con l’avventura. Non dovrete assolutamente preoccuparvi di fare una brutta figura o una brutta fine perchè in NAIRI: Tower of Shirin, così come accade nella maggior parte delle avventure grafiche, non si può perire.

Segnaliamo la presenza di monete celate nel’ambiente e da spendere nel bazar per sbloccare oggetti interessanti. A voi scoprire quali!

Graficamente, il titolo presenta un impatto visivo notevole essendo tutta la grafica disegnata a mano. Simpatiche anche le animazioni, mentre segnaliamo che il gioco è fruibile in italiano per quanto riguarda i testi a video.