Recensione Sally’s Law – Nintendo Switch

Publisher: Polaris-x
Sviluppatore: Polaris-x
Engine: Unity
Lingua: Inglese
Genere: Platform / Puzzle
Giocatori: 1-2
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Sally-s-Law-1360483.html
Versione: 1.0.0
Extra:

Quando il rapporto tra figlia e padre è forte. Sally’s Law disponibile per Nintendo Switch, realizzato e distribuito sull’eShop da  Polaris-x è un platform differente dal solito, tanto che non poteva che essere programmato da dei ragazzi con gli occhi a mandorla.

Colpa nostra nel ritardo per la recensione di Sally’s Law, arrivato assieme ad altri titoli tutti assieme creando di fatto un backlog pazzesco da parte nostra, perchè i giochi tendiamo a finirli prima di recensirli. Resta il fatto che il titolo vedrà il giocatore controllare prima Sally e poi il padre in un gioco a scorrimento orizzontale fatto di piattaforme e salti dove da un punto di partenza bisognerà raggiungere un punto di arrivo passando però tra strade differenti. Didatti se in un primo momento si controllerà Sally, che solitamente si muove nella parta bassa del livello, quando questa giungerà alla fine dello stesso toccherà al Samuel, il padre, correre, o meglio rotolare nella parte alta dello stesso al fine di ricongiungersi con la figlia il tutto in cinque capitoli suddivisi ognuno in sei stage. A dire la verità non controllerete il movimento dei due protagonisti ma potrete solo saltare, e per di più al momento giusto se volete raggiungere la fine del livello. Dovrete in taluni casi scegliere il percorso, ovvero optare se continuare solitamente sotto o sopra una piattaforma e questo andrà di conseguenza a interagire con il percorso successivo che dovrà intrappendere Samuel, tenendo presente che questo non è in grado di saltare ma solo di rotolare. Difatti in alcuni casi dovrete sfuttare le abilità di Sally nel saltare per far si che Samuel ne tragga vantaggi e riesca così a raggiungere piattaforme altrimenti irragiungibili. Praticamente giocherete il medesimo livello due volte ma con un diverso approcio, tenendo presente anche la parte puzzle del livello che vi obbligherà a prendere decisioni veloci di direzione. Sembra tutto molto strano, ma prima e durante ogni stage sarete accompagnati dalla storia che lega i due personaggi, dai sogni di Sally di diventare una scrittrice e momenti intimi, testi che comunque non vanno ad inficiare il gameplay o spezzano il gioco con inutili pause. Questo se giocate da soli, perchè invece impugnando i due joy-con avrete modo di controllare simultaneamente (ovviamente un personaggio per persona) i due protagonisti rendendo la sfida ancora più avvincente. Nel caso “cadiate” non vi preoccupate ogni stage ha tre checkpoint da cui ripartire.

Graficamente lo stile è pulito senza fronzoli e seppure minimalista si adatta bene allo stile del gioco.

Musicalmente, parlato in giapponese e tema completamente suonato al piano che contribuisce enormemente a creare l’atmsfera.