Recensione This War of Mine: Complete Edition – Nintendo Switch

Publisher: 11 bit studios
Sviluppatore: 11 bit studios
Engine: Proprietario
Lingua: Italiano
Genere: Strategia / Survival
Giocatori: 1
PEGI:
Link: https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/This-War-of-Mine-Complete-Edition-1423798.html
Versione: 1.0.0
Extra:

This War of Mine: Complete Edition per Nintendo Switcharriva finalmente anche su Nintendo Switch, portando tutta la malinconia e il disagio della guerra. Sviluppato e distribuito dai ragazzi polacchi di 11 bit studios siamo davanti ad un capolavoro.

In This War of Mine: Complete Edition avrete modo di impersonare diversi personaggi, di divesa età con abilità differenti, ma con in comune un unico scopo. Sopravvivere alla devastazione della guerra, mandando avanti una abitazone, migliorando la stessa, procurando cibo e materiali vari con rai notturni, dormendo,  cucinando, ascoltando le notizie alal radio. Insomma cercherete di vivere una vita normale mentre il mondo di fianco a voi va a rotoli.

Questa versione non contempla il touch ma si andranno a controllare i vari eroi che costruiranno la storia attraverso i joy-con, spostando il personaggio a sinistra e a destra oppure sulle scale o giù attraverso una voragine provocata da una bomba, utilizzando il tasto dorsale [R] per cambiare il personaggio.

In This War of Mine inizierete la vostra avventura in una casa diroccata (varia di partita in partita), nella quale saranno presenti almeno due persone voi compreso, di diversa età e con divere abilità. Potrà capitare che ci sia anche una bambina, in grado solamente di giocare e non di contribuire alla crescita dell’abitazione con costruzioni e raid. La dimora sarà completamente vuota, non un giaciglio, non una sedia, insomma, solo le pareti e in alcuni casi nemmeno quelle, visto che parte della casa presenterà squarci, dovuti ai combattimenti e alle bombe cadute nelle vicinanze.
Fortuna vuole che dai cumuli di terra e da qualche armadietto che si è salvato dalla distruzione sarà possibile recuperare qualche materiale ed oggetto come legna, cibo e materiali utili alla costruzione. Ed è in questa fase che il giocatore avrà il compito di dirigere uno (o più) personaggi verso uno degli elementi interattivi su cui si può agire, andando a scavare a mani nude (o meglio con una pala costruita) al fine di recuperare degli oggetti, che ricordiamo sono sempre casuali. Talvolta saranno solo cumuli di macerie che impediscono il passaggio ed eliminati dal percorso potrete dirigere il personaggio verso l’obbiettivo sia questo una porta, una fessura da chiudere o un armadio da saccheggiare dal quale recuperare legno, cibo, componenti elettrici, sigarette, erbe, medicinali, alcol, acqua e altri materiali.
E’ proprio grazie a questi che si potranno costruire oggetti utili alla sopravvivenza, fermo restando la disponibilità delle materie prime. Ad esempio per costruire un letto saranno necessario un numero determinato di pezzi di legno, senza i quali non si potrà costruire l’oggetto. Non solo grazie agli oggetti trovati, i protagonisti saranno in grado di migliorare il confort della casa costruendo ad esempio una cucinino (utile per preparare pranzi più sostanziosi), un tavolo degli attrezzi (strumenti di lavoro e armi), un letto (necessario per far riposare e far riacquistare l’energia), un distillatore di acqua potabile e altri mobili o utensili utili a migliorare la vita quotidianan. Ovviamente quasi tutti questi presentano dei livelli di miglioramento, e quindi di maggiore resa, ma dovrete comunque investire in materiali, i quali sono disponibili in quantità limitata nella vostra magione. Come si fa allora nel caso mancassero dei materiali?
E’ durante la notte che uno dei vostri coinquilini avrà il compito di effettuare dei raid verso uno dei luoghi disponibili in città, che mano a mano verranno svelati. Sappiate che alcuni saranno completamente disabitati e quindi potrete recuperare tutti i materiali presenti senza problemi, altri invece saranno abitati da persone più o meno amichevoli… e in base al vostro comportamento ne conseguirà un baratto o uno scontro a fuoco, con semplici pugni oppure a lame, in base alla vostra e loro disponibilità di armi (queste ultime costruite o trovare in giro).

Tutto semplice? No perché oltre all’aspetto ludico ce anche l’aspetto morale. Derubare ad esempio una coppia indifesa di anziani, o commettere un omicidio porterà l’autore di questo a ripercussioni morali, che peseranno sull’umore del personaggio, che se non curato con antidepressivi, arriverà o a lasciare la casa derubando di alcuni oggetti o addirittura ad impiccarsi!
Quindi attenzione a come vi comporterete nel gioco, perché a causa corrisponde un effetto.

In un titolo così; non manca il baratto talvolta vitale per recuperare un po’ di cibo o medicinali. Ovviamente lo scambio non sarà mai favorevole a voi, però provando un po’ di combinazioni riuscirete ad avere una contrattazione accettabile cercando di massimizzare gli oggetti ceduti in cambio di quelli ricevuti. Come avrete capito i raid notturni sono fondamentali per recuperare gli oggetti ma è anche vero che anche la vostra magione sarà soggetta agli stessi raid, quindi è sempre bene tenere se possibile un personaggio di guardia, o migliorare le porte facendo un upgrade della casa al fine di limitare le intrusioni.

Questa versione contempla anche le storie, ovvero racconti di altri personaggi con un filo conduttore dove al contrario della modalità principale il cui scopo è progredire e sopravvivere di giorno in giorno, in queste avrete un obbiettivo da seguire, raccontato mano a mano dai personaggi protagonisti.

Graficamente siamo di fronte ad uno stile decisamente particolare con un effetto matita/graffite con predominanza di tinte scure a rimarcare il disagio e il senso di oppressione.  Non abbiamo riscontrato nessun rallentamento in modalità portatile.

Sonoro che non presenta nessun parlato ma si avvale di una colonna sonora cupa che rimane in testa.