Recensione Toby: The Secret Mine – Nintendo Switch

Publisher: Headup Games
Sviluppatore: Lukas Navratil
Engine: Unity
Lingua: Inglese
Genere: Azione / Platform
Giocatori: 1
PEGI:
Link: https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Toby-The-Secret-Mine-1408614.html
Versione: 1.0.0
Extra:

Quando abbiamo iniziato a giocare a Toby: The Secret Mine disponibile per  Nintendo Switch, nuovo gioco pubblicato da Headup Games, ci è subito balzato alla mente due capolavori come Limbo e Inside, visto che il titolo in questione si ispira come gameplay ai due giochi suddetti.

Il modo di vivere pacifico di un villaggio di montagna è stato gettato nel caos più totale. Qualcuno ha rapito la maggior parte dei residenti. Toccherà a Toby cercare di salvare tutti gli abitanti.

Come suddetto in questo gioco impersoneremo Toby, giovane ragazzo che si è messo in testa di salvare gli abitanti del villaggio rapiti da solito cattivo. Purtroppo per il protgonista, non ha a disposizione nessuna arma, ma solo intelligenzae capacità di saltare e spostare oggetti, azioni tramite le quali potra raggiungere il compito finale. Durante la ricerca (o traversata) il protagonista attraverserà diversi ambienti, come foresta, deserto e il fascinoso ambiente innevato, che da un tocco di verve al gioco in quanto presenta un contrasto netto con i precedenti livelli dove il nero la fa da padrone. Nel livello artico difatti l’unica “cosa” nera sarà il protagonista mentre tutto il resto è bianco… o quasi. Comunque sia Toby dovrà correre, saltare, spostare rocce o casse, attivare meccanismi al fine di raggiungere il cattivone per lo scontro finale. Durante il tragitto avrà modo di liberare anche gli abitanti del villaggio (se non ricordiamo male sono 21), ma questi non sono in bella vista. PEr questo consigliamo nel caso vogliate giocare di esplorare ogni pezzo del paesaggio, andando anche contro a quello che sembra un passagio chiuso o una roccia, mentre in realtà cela una camera o anfratto segreto dove è ingabbiato un abitante del villaggio. Per liberarlo sarà sufficiente andare addosso o sopra la gabbia e avrete contribuito a rendere lo stesso libero.

Non mancano alcuni puzzle (in realtà molto semplici) così come alcuni momenti dove la frustazione vince (verso la fine dovrete passare in mezzo a delle lame attraverso una piattaforma basculante, oppure nel deerto quando dovrete superare degli animali decisamente taglienti…) ma comunque il gioco si riesce a finire in poche ore, fermo restando nell’abilità del giocatore.

Graficamente lo stile e minimale e ci sono piaciuti i contrasti con il background del nero (basta guardare l’immagine qui sotto). Non abbiamo riscontrato nessun rallentamento o problema legato alla fisica, anzi le maledette frecce colpivano sempre il povero Toby. BEllissimo il livello in cui il protagonista percorre una miniera dentro un carrello trasporta pietre, in stile Indiana Jones.