Recensione X-Morph Defense – PlayStation 4

Publisher: EXOR Studios
Sviluppatore: EXOR Studios
Engine: Unity
Lingua: Inglese
Genere: Azione / Strategia
Giocatori: 1
PEGI:
Link: https://store.playstation.com/it-it/product/EP4380-CUSA05397_00-XMORPHDEFENCE000
Extra:
Autore: Andrea Sironi

Aiuto! Gli alieni invadono la Terra! Dobbiamo difenderla! Ah no aspetta in X-Morph: Defense gli alieni siamo noi. Va beh ormai ci siamo, giochiamo comunque in difesa! Vai di torrette!

https://apollo2.dl.playstation.net/cdn/EP4380/CUSA05397_00/FREE_CONTENTbCjaNJXikkzuIo96OV4M/1.jpg
X-morph Defense ha una duplice anima di tower defense e twin stick shooter. Nei panni di una forza di invasione aliena dai nobili intenti, siamo chiamati a difendere il nostro nucleo operativo che si andrá a schiantare di volta in volta in giro per il mondo, fino a culminare in un’epico scontro in Giappone. Oltre a disporre del tipico arsenale fatto di torrette difensive potenziabili, il nostro cursore avrá le sembianze di una navetta dalle molteplici forme, che dovremo adoperare attivamente per dare supporto alle nostre difese,  sparando direttamente sulle truppe nemiche come in uno twin stick shooter.

Gli alieni sono una razza onorevole e la convenzione di Ginevra per le battaglie extra-mondo prevede che dobbiamo lasciare libera almeno una via d’accesso alle truppe nemiche verso la nostra base. Da qui la necessitá di studiare i vari percorsi di accesso e collegare tra loro le torrette, formando delle barriere per rendere più tortuosa possibile l’avanzata degli umani.

Non chiedeteci come una cosa del genere sia giustificabile a livello di sceneggiatura (per quello ci siamo inventati la storiella della convenzione) ma a livello di gioco funziona e il nostro tutor alieno non batte ciglio nello spiegarcelo come fosse la cosa più naturale del mondo, quindi va bene così. Paese che vai, usanza che trovi.
Durante le ondate, si apriranno nuovi fronti da difendere e dunque sará necessario riorganizzare le proprie difese. L’alternanza tra la calma prima della tempesta della fase di studio e le furiose battaglie funziona bene, i nemici saltano in aria che è un piacere e i due generi di gioco si fondono a perfezione.

Ma se fino a qui siamo di fronte comunque ad un tower defense in cui a dirla tutta le opzioni di difesa sono piuttosto basilari e offrono meno varietá rispetto ad altri titoli simili, X-Morph:  Defense deve ancora giocare i suoi assi. Gli ambienti di gioco sono in gran parte distruggibili ed è possibile interagirvi direttamente per esempio un ponte per bloccare un passaggio o un’edificio anche solo per il gusto di farlo.

Qualche riga sopra vi ho parlato di uno scontro in Giappone, e cosa sarebbero palazzi da abbattere e carrarmatini senza un bel Kaiju ovvero mostrone gigante a difesa della Terra?

Alla fine di alcuni stage assisteremo alla comparsa di veri e propri boss di fine livello con tanto di parti distruggibili da shooting game di vecchia scuola. Qui scatta la lacrimuccia e, nel momento in cui con i missili facciamo crollare un grattacielo addosso al boss per rallentarne l’avanzata, parte l’applauso a scena aperta. Bellissimo!

Purtroppo questi incontri sono meno frequenti di quanto vorremmo, e alcuni livelli si concludono in modo più classico con la distruzione dell’ultimo veicolo nemico, ed è un peccato perchè è in questi momenti in cui X-morph: Defense dá il meglio e mostra la personalitá per elevarsi dalla massa.

Titolo squisitamente single player, la campagna di X-morph: Defense vi terrá impegnati per un numero discreto di ore (uno stage può impiegare anche decine di minuti) e rende sorpresa gradita nell’inclusione della possibilitá di giocare in coop. Bravi.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.