Recensione Super Destronaut DX – Nintendo Switch

Publisher: Ratalaika Games
Sviluppatore: Ratalaika Games
Engine: Proprietario
Lingua: Inglese
Genere:  Sparatutto
Giocatori: 1
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Super-Destronaut-DX-1402533.html
Extra: Testata la versione 1.0.1

Space Invaders 2.0. Si potrebbe riassumere così Super Destronaut DX originariamente creato da Petite Games e portato su Nintendo Switch da Ratalaika Games.

Se siete sopra gi anta (e probabilmente anche sopra i trenta) avrete sicuramente giocato in sala giochi o in emulazione su PC a Space Invaders creato nel lontano 1978 da Toshihiro Nishikado. Ai tempi si gridò alla rivoluzione, in quanto orde di alieni volevano  conquistare la Terra, cercando di superare l’ultima difesa, ovvero un cannone controllato dal giocatore. Neanche a dirlo, scopo del giocatore era quello di eliminare tutte le orde nemiche che piano piano avanzavano verso la terra. La versione da sala giochi era a colori “finti” in quanto il gioco era in realtà in bianco e nero, e per rendere i colori era applicata una pellicolasopra il vetro all’inteno del cabinet, dando così la parvenza di giocare ad un gioco colorato!

A distanza di 40 anni  in Super Destronaut DX il gameplay è pressoché identico, anche se molto più colorato e pregno di effetti di luce, atti a movimentare un pò l’azione. Il giocatore dovrà vedersela con 30 livelli e orde prima di vedere la fine del gioco, oppure per i più sadici vi è a disposizione la modalità time attack, che darà modo di avere 90 secondi per cercare di fare il punteggio più alto. Ovviamente in un gioco del genere non possono mancare i power up, tra cui il più classico ovvero dei missili a ricerca calorica, o meglio di un nemico da colpire.  Vi è inoltre qualche add on come la nave fantasma che potrà apparire in alcune situazioni. Questa non può essere distrutta ma se colpita ripetutamente permette di incrementare il voistro punteggio. Inutile scrivere che se andate a collidere con questa… perderete una vita. Un altro fattore di differenza sono i colpi dei nemici. Alcuni di questi sparano proiettili semplici, altri missili, ma nulla di più. Non aspettatevi una raffica di fuoco, in quanto i colpi sono ampiamente schivabili se si possiede un attimo di riflessi.

Da segnalare il sonoro che presenta anche dei vocalizzi che contribuiscono ad un senso di appagamento.