Recensione Garage – Nintendo Switch

Publisher: tinyBuild
Sviluppatore: tinyBuild
Engine: Proprietario
Lingua: Inglese
Genere: Azione, Sparatutto
Giocatori: 1
PEGI:
Link: https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/Garage-1374289.html
Extra:

Nei panni dello spacciatore Butch, sei l’unico che si frappone a orde di non morti. E’ questo il nome del protagonista di Garage realizzato e pubblicato da tinyBuild che propone ai nuovi giocatori uno sparatutto in pieno stile Alien Breed o Hotline Miami per citare un titoli più recente.

Essendo degli anni 70, abbiamo vissuto in pieno il gaming apparso tra gli anni 80 e 90 e come suddettoai tempi dell’Amiga e di Alien Breed il titolo creato dal Team 17 spopolò come vendite, sia per il concept che per la difficoltà. Giocando a Garage, abbiamo avuto la medesima sensazione, e ci è subito piacita l’impostazione e la scelta artistica coaudiuvata dal sangue che scorre a litri. Il gameplay di Garage è quella del dual stick shooter, con il joy-con di sinistra si muoverà Butch mentre con il joy-con di destra si controllerà la direzione del colpo,  sia questo con arma a proiettili sia con l’inesauribile ascia. Questo perchè tutte le armi che troverete come pistola, fucile a pompa, uzi e granate, hanno quantità limita di colpi da sparare, finiti i quali dovrete trovarne nell’ambiente altri. Fortunatmanete a disposizione del giocatore vi è come seddetto l’ascia, indispensabile per aprire porte chiusa con catenaccio e in mancanza di questa, potrete fare affidamento ad un calcio libero. Quest’ultio è in grado di aprire le casse, aprire talune porte e di uccidere i topolini, mentre sarà difficoltoso con gli zombie. Il calcio tra l’altro permette di allontanare momentaneamente i nemici, dandovi circa due secondi di repiro o per scapapre o per selezionare un arma dal vostro inventario.

Oltre a dovere rimanere vivi e ragiungere la fine del livello, in Garage avrete modo di dovere per forza esplorare tutto l’ambiente per trovare munizioni, razioni di cibo o bevande, chiavi necessarie per aprire determinate porte e zone segrete. Ebbene si perché il gioco contempla zone/stanze segrete accessibili talvolta facendo esplodere dei barili (quelli rossi per intenderci) talvolta utilizzando l’ascia per abbatere porte e muri. Solitamente in queste aree si possono trovare oggetti molto utili come i medikit, assolutamente indispensabili per vedere la fine.

Tornando ai combattimenti, una cosa che ci è piacita è vedere gli zombi smaciullati pezzo per pezzo. Ad esempio non sarà raro vedere che lo zombi appena colpito da un proiettile perda un arto, ma che comunque continui a lanciarsi per fare un banchetto verso il protagonista!

Graficamente il gioco presenta ottimi effetti, compreso un effetto acido/LSD che vi manterà in trance!

 

https://www.youtube.com/watch?v=RjrJEh73uXA