Recensione BAFL – Brakes Are For Losers – Nintendo Switch

Publisher: Playdius Games
Sviluppatore: Playdius Games
Engine: Proprietario
Lingua: Inglese
Genere: Corse
Giocatori: 1
PEGI:
Link:  https://www.nintendo.it/Giochi/Giochi-scaricabili-per-Nintendo-Switch/BAFL-Brakes-Are-For-Losers-1358619.html
Extra: 

Non intenderete mica usare i freni!? BAFL – Brakes Are For Losers è il nuovo gioco per Nintendo Switch realizzato da Playdius Games. Come si evince dalle foto è un gioco di auto con visuale top-down, che ricalca i vecchi giochi (tipo Super Sprint, Super Cars) che tanto andavano di moda negli anni 80.

Ebbene come suggerisce il titolo, nel gioco non si potranno usare i freni e nemmeno l’accelleratore! Questo perchè la vettura dal giocatore controllata andrà avanti da sola e l’unico compito sarà quello di direzionare la macchina in base alla curva, azione non proprio facile almeno inizialmente!

Anche perché la macchina ha una sua energia e l’andare a sbattere contro ogetti o altre macchine provocherà un deterioramento della stessa sino a portare alla distruzione. Fortunatamente sarà possibile raccogliere sul percorso chiavi in grado di riparare parzialmente la carrozzeria, o meglio fermarsi ai box, dove in cambio di pochi secondi di attesa, la vettura sarà completamente riparata e rifocillata. Non mancano gli immancabili power up, come bombe o chiazze d’olio da gettare in pista per creare panico ed ostacolare gli altri avversari.

A parte l’azione decisamente frenetica e veloce, e il dovere apprendere il sistema di controllo della vettura che risulta, almeno per noi, alquanto veloce, uno dei maggiori problemi che sinceramente hanno tarpato il voto è il non capire dove e quale sia la nostra vettura. Difatti giocando in modo handled, ed essendo le vetture molto piccole nella confusione della partenza o nelle curve in presenza di più macchine (ricordiamo che sono previste 8 vetture sul percorso) risulta praticamente impossibile distinguere la propria macchina complice la velocità e piccolezza con cui tutto si muove. E ci è più volte capitato, visto che gli scontri tra vetture sono all’ordine del giro di trovarci dopo un bel testacoda in direzione opposta a quella in cui precedentemente si andava… il che significa arrivare ultimo.

Nel caso riusciate a pizzarvi decentemente nella modalità campionato (dieci gare) avrete la possibilità di applicare degli upgrade alla vostra vettura. Incredibilmente ci sono anche i freni… ma costano una cifra che mai raggiungerete! Nel caso potete cimentarvi con il classico time attack (contro il tempo), dove ovviamente bisogna archiviare il miglior tempo sul giro, mentre se avete padronanza del mezzo potete provare la modalità corsa perfetta, ovvero effettuare giri senza toccare nulla. Only for the brave!

Graficamente nulla da dire a parte qualche rallentamento quando si gioca in più persone. Come scritto il vero problema è che tutto è troppo piccolo e veloce e nello schermo dello switch diventa veamete difficile capire dove ci si trovi. Ogni circuito ha un ambientazione differeten, con grafica dettagliata ed esiste anche la modalità notturna, come potete vedere dalle foto qui sotto. I circuiti sono pieni di curve, e lo schermo non scrollerà mai, ovvero avrete sempre tutto il circuito a vista. Il problema come suddetto è che le macchine sono troppo piccole e numerose e complice la velocità a cui gira tutto, è facile perdersi.