Preview Pillars of Eternity II: Deadfire – Steam

Publisher:  Obsidian
Sviluppatore: Obsidian
Engine: Unity
Lingua: Inglese
Genere: RPG, Hack and slash
Giocatori: 1
PEGI: nd
Link: http://store.steampowered.com/app/560130/Pillars_of_Eternity_II_Deadfire/
Extra: Sarà disponibile anche per PS4, Xbox One e Nintendo Switch

Considerato da una buona parte dell’utenza videoludica come uno dei migliori titoli del genere Pillars of Eternity si evolve e migliora grazie ad Obsidian che immente nuovi bit sul mercato dando vita a Pillars of Eternity II: Deadfire. Abbiamo avuto modo di provare una prima build del gioco e questo è quello che abbiamo castatto… cioè appreso.

Innanzi tutto sappiate che il gioco è molto esigente per quello che riguarda la potenza di calcolo della GPU e CPU. E’ ovviamente possibile settare tutto al minimo sindacabile, per guadagnare velocità e frame rate, ma si andranno a perdere piccoli dettagli come le animazioni del’ambiente che sono spettacolari. Basta vedere l’acqua, o il livello dei dettagli.

Come scritto al PR, quando ci ha inviato il codice Steam, non abbiamo avuto modo di giocare al gioco originale, quindi per noi risulta tutto nuovo, anche se conosciamo ovviamente lo sviluppatore Obsidian avendo giocato a titoli come Dungeon Siege III, Alpha Protocol, Neverwinter Nights 2 sempre realizzati da loro.

In questa preview abbiamo potuto esporare due location (ovvero 1% del totale del gioco!) che ovviamente saranno presenti nel gioco finale: Poko Kohara e Tikawara. L’inizio di questa avventura parte dall’isola di Tikiwara, più precisamente da un molo, senza troppe spiegazioni dove vi troverete assieme al vostro party per un totale di cinque persone, eoe compreso.

Prima di vedere l’ambiente, che ci ha ricordato un isola tropicale dovrete necessariamente creare il vostro alter ego (sarà automaticamente del sesto livello) scegliendo tra le numerose opzioni disponibili nell editor. Abbiamo passato più di dieci minuti scegliendo sia l’aspetto fisico che le caratteristiche, le quali sono veramente tante. Classe di appartenenza, abilità, costituzione, capacità di gestire le armi, sesso e tantissimo altro ancora. Ovviamente c’è tanto da leggere se volete avere il pieno controllo sul personaggio creato.

Esplorazione e dialoghi e combatimenti la faranno da padrone. Esplorazione perché si dovrà andare in ogni punto della mappa alla ricerca di oggetti, personaggi e alla scoperta di nuovi lughi. Dialoghi, tanti dialoghi per carpire informazioni (anche in modo un po’ losco, in base all’atteggiamento che vorrete ottenere e anche seguendo il mood delle caratteristiche del personaggio, ovvero capacità di convinzione e del bluff) e ovviamente i combatimenti che in ogni gioco con un gameplay simili non possono di certo mancare.

A proposito degli spostamenti via mare ci è piacita l’idea quasi gestionale del modo di gestire la nave. Si accederà ad una schermata laddove la nostra imbarcazione sarà divisa in blocchi, al cui interno sarà possibile demandare armi, marinai, provviste di cibo e medicinali (navigare costa) oltre a poter usufruire di upgrade alla struttura della nave in grado di migliorare armi (non dimenticate le palle di cannone) e struttura. In ultimo non dimenticate le merci se volete commerciare! La scorta di cibo e acqua sarà indispensabile perchè come succede nella relatà il gioco contempla il trascorrere del tempo. E’ durante la navigazione che avrete modo di godere della spettacolarità dell’acqua. Sembrerà di giocare con un dipinto tanto è realistica e questa è solo uno delle perle presenti nel gioco. Sempre a proposito del viaggio in mare, non mancheranno i combattimenti, effettuati a turni. Da segnalare che a seconda di dove andrà a finire il colpo la nave colpita subirà più o meno danni, e se riuscite a colpire la polvere da sparo…

Un fattore che vogliamo segnalare è che il party non acquisterà esperienza per ogni combattimento o vittoria, ma riceverà gli stessi solo a completamento della missione. A pensarci bene è probabilmente la migliore soluzione.

Quello che abbiamo appreso è che il gioco è sarà immenso, con quantita smisurata di dialoghi e scelte da effettuare, moltissimi fattori da tenere sotto controllo (tattica, combattimenti) e innumerevoli luoghi da scovare. La porzione di gioco a cui abbiamo potuto accedere ci ha letteralmente colpito, e ci auguriamo per un maggiore coinvolgimento che all’uscita del titolo sia disponibile anche l’italiano come lingua, almeno come testo visualizzato.

Il titolo uscirà il 3 aprile su Steam (PC) per poi vedere la luce anche su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch, grazie all’utilizzo di Unity come engine.