Recensione Jydge

Voi siete il giudice e dovete fare rispettare la legge!

Realizzato da 10Tons Jydge disponibile per diverse piattaforme e anche su Nintendo Switch è il classico gioco con cui passi la notte senza renderesi conto del passare del tempo, tanto l’assuefazione che questo provoca. Ambientato nella città di Edenbyrg, impersonerete un poliziotto con il compito di debellare il crimine, uccidendo i malviventi, salvando i prigionieri, ma anche hackerando dei sistemi, il tutto per guadagnare soldi e potenziamenti che possono essere applicati alla vostra arma oppure essere disponibili come aiutanti in missioni come droni di varie fattezze.

Presentato con visuale top dow isometrica muoverete l’eroe attraverso varie zone della città più o meno abitate, andando a penetrare in abitazioni, discoteche ed altri ambienti popolati da semplici cittadini, nonché da criminali e droni senza dimenticare le mine. Ogni missione può essere affrontata in cascata su tre livelli di difficoltà (l’ultima è chiamato “grimm”) e presenta solitamente tre obbiettivi differenti come recupera gli ostaggi, uccidi tutti i nemici, finisci il livello entro 40 secondi, sopravvivi per un minuto e così via. Alcuni obbittivi sono decisamente tosti da archiviare ma bisogna perseverare perché le zone successive della città vengono sbloccate se si possiedono abbastanza stellette…. stellette che vengono guadagnate portando a termine la misisone e quindi almeno uno degli obbiettivi sopra elencati. Non spaventatevi quindi se dovrete ripetere la medesima missioni n volte per riuscire ad avere quella stellina in più per sbloccare la zona successiva della città.

Fortunatamente il nostro eroe può godere di upgrade per quello che riguarda la propria persona, l’arma in possesso ed eventuali accompagnatori in grado di muoversi autonomamente e quindi aiutare duranti gli scontri a fuoco. E’ proprio questa caratteristica degli upgrade che fanno di Jydge un gioco interessante perché gli stessi sono veramente tanti e variegati. Si va dalla possibilità di modificare il tipo di colpo (singolo, a raggiera, laser, ad impulso eccetera eccetera)  a varie caratteristiche come penetrazione nei muri, maggiore danno, capacità di recuperare vita in caso di uccisioni, super colpo (limitato a poche unità e anche questo diversificato) a carattristiche equipaggiabili sulla tuta come la capacità di hackeraggio di porte e oggetti necessarie nel caso si voglia aprire porte o recuperare crediti.

Un’altra caratteristica peculiare è la completa possibilità di distruzione dell’ambiente che forma la città, siano questi muri, oggetti o arredo, a parte pochi casi. Così facendo sarà possibile ad esempio raggiungere aree di interesse senz aessere visti dai nemici e recuperare gli ostaggi o il bottino. tenete presente che alcune missioni presentano come obbiettivo il non essere visti dai nemici, quindi uccisioni stealth oppure recuperare tutto senza essere visti.

Quello che rende rigiocabile Jydge è la difficoltà e la sfida. Portare a termine alcuni obiettivi richiederà ripetere la missione almeno cinque volte, con tanto di frustazione annessa, visto che ad esempio alcuni obiettivi contemplano di dovere portare a termine la missione in 25 secondi… ovviamente a scapito degli altri due. Nessun supporto per il touch, meglio così visto che con lo stick di sinistra si controlla il personaggio e con lo stick di destra si direziona lo sparo.

Colonna sonora da brivido per la bellezza e la varietà. Vi sono due motivi che non sfigurerebbero in titoli AAA.