Recensione Sparkle Unleashed

Sparkle Unleashed realizzato e distribuitoda 10tons arriva anche su Nintendo Switch, dopo avere visto la luce su diverse altre piattaforme, come PS Vita, Xbox One, PlayStation4 tanto per citarne alcune.

Dopo avere provato alcune delle versioni sopra elencate, eravamo un po’ scettici per la versione di Nintendo Switch, nel senso che non ci aspettavamo nulla di nuovo. In realtà dopo pochi minuti di gioco eravamo già intenti a giocare livelli su livelli al fine di completare tutto il percorso.

Sparkle Unleashed, ha come musa ispiratrice il gioco Zuma, laddove delle biglie colorate in maniera differente si muovono su un binario che termina con una buca. Lo scopo del giocatore è quello di evitare che anche solo una biglia vada a finire in questa buca, sparando delle biglie che mano a mano appariranno sopra il cursore al fine formare delle catena di almeno tre biglie del medesimo colore. Se si riesce a creare una combinazione di tre o più biglie del medesimo colorele stesse si distruggerando, diminuendo la catena di biglie che avanza verso la buca. Ovviamente questo nei primi livelli perché proseguendo la catena viene incrementata in vari step di biglie al fine di aumentare la difficoltà.Scopo di ogni livello è eliminare completamente la catena (o catene) di biglie in modo tale che non ne rimanga nemmeno una sullo schermo.

A dare manforte allo scopo del giocatore sono presenti alcuni bonus che andranno ad inficiare la catena di biglie. Ad esempio esiste una palla bonus, la quale può assumere uno dei qualsiasi colori della catena. Questo permette di lanciare questa palla ad esempio verso due palle rosse e la stessa diventerà rossa permettendo di fare scomparire le tre biglie. Un po’ come la carta jolly nel gioco della scala quaranta. Esistono altri bonus ovviamente, come la possibilità di “sparare” verso le biglie prescelte per eliminare quelle che si riene possano sfavorire la catena, o la possibilità di colpire un bonus che farà indietreggiare per alcuni secondi la catena (che si muove alla medesiva velocità verso la buca) o ancora quello di rallentare la stessa per alcuni secondi. Ovviamente ne esistono anche altri che preferiamo non svelarvi, ma tutti sono utili a portare a termine i livelli, soprattutto queli più avanzati dove tempismo e colpo d’occhio saranno fondamentali.

Difatti mano a mano che si risolvono i livelli la sfida si farà sempre più difficile. Innanzi tutto il percorso delle biglie presenterà ponti, giri su se stesso e anche percorsi che si intersecano uno sopra l’altro. Questo rende dificile mandare la biglia verso la posizione desiderata e vi capiterà spesso di sbagliare il colpo. Fortunatamente è possibile scegliere tra due biglie quale sparare, nel senso che è possibile scegliere quel tra i due colpi in canna sparare. Ahinoi capiterà talvolta che il colore delle biglie sia il medesimo e quindi sarà necessario sparare comunque la biglia verso la catena cercando di fare il meno danno possibile.

Come era lecito apsettarsi la versione per Nintendo Switch presenta sia i controlli touch che tramite Joycon. Noi abbiamo preferito giocare con i Joycon, mentre la nostra ragazza ha preferito i controlli touch. A proposito di questi per sparare la biglia sarà sufficiente tappare in un qualsiasi punto dello scherm, meglio se dove si vuole che la biglia vada sulla catena al fine di innescare il colpo in automatico. Decisamente più comodo che posizionare il cursore e poi sparare.

Se poi dovreste sentirvi dei maghi sappiate che esistoo tre difficoltà differenti e 108 livelli su cui distreggiarsi. Vi assicuriamo che se inizialmente tutto sembra facile proseguendo con i livelli avrete del gran filo da torcere per superare gli stessi, e la velocità decisionale sarà fondamentale.

Dal punto di vista grafico il gioco risulta colorato e i controlli sono immediati. Alcuni effetti particellari ma quello che conta è l’implementazione della fisica che risulta appropriata.