Recensione RIVE: Ultimate Edition

Avevamo già avuto il piacere di recensire RIVE per PlayStation 4 rimanendo decisamente colpiti sia dalla qualità del gioco, sia e soprattutto dal divertimento che lo stesso ci aveva concesso.
Un po’ stupiti ci siamo trovati a disposizione anche la versione per Nintendo Switch, e quindi ci siamo ributtati nella mischia tra metallo, lava e nemici che ci inseguono.

Ebbene sinceramente non ce lo aspettavamo, ma evidentemente avevamo sottovalutato la potenza della Nintendo Switch, che è in grado di far girare giochi pesanti in termini di prestazioni. E questo lo possiamo affermare scrivendo senza vergogna che sin dall’acquisto abbiamo utilizzato la console solo in ambito handled, quindi in modalità portatile. RIVE: Ultimate Edition è tutto quello che un giocatore amante degli sparatutto e dei platform può desiderare. C’è l’adrenalina, i colori, le esplosioni, l’utilizzo della materia grigia in alcune situazioni, la modalità hacking che permette di prendere possesso di alcuni droni e attivare meccanismi e soprattutto rappresenta una sfida verace anche per il giocatore più incallito. Perché Rive è veramente difficile, morirete e morirete ancora diverse volte prima di arrivare alla fine di ogni stage. La cosa bella però è che il gioco vi spingerà a continuare perché vi sentirete in debito di andare oltre. Qui bisogna dare credito agli sviluppatori di avere creato un gioco quasi perfetto, che ci ha ricordato i giochi con cui passavamo i pomeriggi con il nostro Commodore 64. Sono presenti tutte le caratteristiche che rendono il gioco entusiasmante. Livelli tematici, variazione del gameplay grazie alla presenza o meno della gravità, power up in grado di rendere la vostra astronave più resistente o più prestante in fatto di offesa, nemici vari, azione talvolta frenetica tanto da togliere il fiato (per non dire che nominerete i santi…) e difficoltà elevata ma che come suddetto comunque spinge ad andare avanti. Anche perché avrete vite infinite e uindi potrete resuscitare quante volte volete, sempre dopo avere letto i commenti sarcastici al game over. Ebbeni si, perché RIVE prende anche per i fondelli quando fallirete, alternando messaggi che vanno dagli spiritosi ai più sarcastici. Purtroppo il parlato è solo in inglese e seppure tutto è sottotitolato in italiano, qualche testo non riuscirete a leggerlo, perchè impegnati a blastare i nemici. Si perché i commenti del protagonista saranno presenti anche durante il normale svolgimento della partita.

Cosa ha in più la versione per la console di Nintendo. Innanzitutto la classifica online globale, la quale vi farà comprendere quanto siete schiappe… in confronto a quelli meglio posizionati in classifica rispetto a voi! Vi sono la modalità single player (ovvero quando morite… morite per davvero e dovrete iniziare da capo), contempla la modalità HD Rumble, ovvero la vibrazione dei pad, contempla i trofei che seppure non implementati ufficialmente da Nintendo Two Tribes ha pensato bene di inserire proprio per dare un ulteriore spinta a giocare. In ultimo potrete giocare in modalità Copilot Mode, assieme ad un amico… ma non credo che lo farete tanto il gioco vi terrà impeganti.

Non siete ancora convinti? Allora guardate le immagini e il video presenti in questa pagina. Rappresentano il devasto che potrete godere se acquistate il gioco in tutta la sua bellezza. L’azione è frenetica e talvolta vi capiterà di non capire più nulla da quanti nemici vi sono sullo schermo e il bello è che vi attaccheranno da tutte le parti… senza via di uscita. Fondamentale sarà in questo caso l’utilizzo dei power up, come la bomba energetica in grado di disintegrare tutti i nemici nelle immediate vicinanze.

Graficamente RIVE è uno spettacolo. Tutto è veloce, colorato e definito.  La giocabilità è ottima e impiegherete all’incirca 10 secondi per prendere confidenza con i comandi. Ovviamente sono presenti dei mini tutorial che guideranno il giocatore all’utilizzo di nuove armi e o caratteristiche.