G!come Giocare 2014 – i dati della fiera

Chiude superando i 38.000 visitatori la settima edizione di G! come Giocare, il salone del gioco e del giocattolo, che tutti gli anni porta in fiera migliaia di famiglie alla scoperta delle novità del Natale e che si conferma una delle più importanti e frequentate manifestazioni ludiche italiane

Con un incremento del 17% rispetto alla scorsa edizione, sono stati 38.027 i visitatori che dal 21 al 23 novembre hanno letteralmente preso d’assalto il padiglione 3 di Fieramilanocity per partecipare a G! come Giocare e scoprire le novità per il prossimo Natale passando una giornata immersi nella “stanza dei giochi più grande che c’è”.

Oltre alle attività ludiche proposte dalle aziende presenti in fiera (più di 100 tra produttori e distributori del settore), sotto lo slogan “il gioco è cibo per la mente” sono state organizzate anche numerose iniziative volte ad affermare l’importanza di un gioco sano, responsabile e capace di contribuire allo sviluppo e al benessere del bambino e della sua famiglia.

Nello stand dell’Associazione è stato ospitato il progetto Gioco anch’io a supporto dell’attività ludica dei bambini con esigenze speciali: bimbi disabili e non, guidati da educatrici e terapiste e grazie ad arredi e giochi selezionati, hanno così potuto divertirsi insieme a dimostrazione che il gioco deve e può essere inclusivo.

Particolare successo ha riscosso la pista di Ghisalandia, una vera e propria strada cittadina in cui i bambini, a bordo di automobiline, motociclette e bicilette, hanno imparato le regole dell’educazione stradale grazie all’aiuto dei vigili della Polizia Locale di Milano.

Nel piccolo supermercato di Mangiando s’impara!, invece, i piccoli acquirenti di domani hanno potuto imparare come si fa una spesa consapevole e come cucinare “sano” con mamma e papà.

Grande attenzione anche all’ambiente con le divertenti lezioni di ecologia tenute, nello stand di Remedia, da Capitan Sostenibile, il supereroe che insegna ai più piccoli lo smaltimento corretto dei rifiuti e delle batterie scariche dei giocattoli.

Alla presenza degli esperti dell’Istituto Italiano Sicurezza dei Giocattoli e dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia, le mamme e i papà hanno potuto approfittare dell’occasione per scoprire, da un lato, come si sceglie il giocattolo giusto, evitando di acquistare prodotti contraffatti o poco adatti alla fascia d’età del proprio figlio, e, dall’altro, per condividere dubbi e problemi.

Molto affollata anche l’area sportiva dell’Associazione Italiana Calciatori che ha allestito un vero e proprio campo di calcio per i più piccoli e una mostra davvero unica che ha portato in fiera venti palloni storici, da quello usato per il primo mondiale nel 1930 a quello con cui è stata giocata una partita nei mondiali sudafricani. Ospiti speciali all’inaugurazione di quest’area sono stati i campioni Damiano Tommasi e Simone Perrotta e l’attrice Maria Grazie Cucinotta.

Tra gli altri super ospiti vanno ricordate le mitiche Winx, i Power Ranger, i My Little Pony, i teneri protagonisti delle Sylvanian Families, le Tartarughe Ninja, Foody (la mascotte di Expo 2015) e i furanti della 501st Legion e Rebel Legion di Star Wars,

“L’edizione di quest’anno è stata davvero speciale – dichiara Paolo Taverna, Direttore di Assogiocattoli – sia per i numeri registrati sia per le tante iniziative che gli espositori hanno saputo creare per far divertire i nostri piccoli visitatori, ma ancor più per la valorizzazione degli aspetti educativi del gioco cha da tempo le aziende associate ad Assogiocattoli stanno promuovendo: il gioco è cibo per la mente”.G!come Giocare 2014

Copyright 2005-2017 by Alessandro Montoli. Tutti i diritti riservati. Basato sul tema di Wordpress ColorMag di ThemeGrill