Adesso è ufficiale: Minecraft è di Microsoft, Notch lascia

Adesso è ufficiale. Markuss Persson, in arte Notch, ha venduto Mojang a Microsoft. Adesso tutti i diritti di Minecraft, mister 55 milioni di copie vendute in giro per tutte le piattaforme, sono della multinazionale di Redmond. Un’operazione che ha lasciato basiti i fans, che usavano la politica e le dichiarazioni di Notch come un vessillo da usare nella lotta all’indipendenza dai publisher. E adesso il colpo di scena. Notch, in un post nel suo blog ,chiarisce meglio la sua posizione ed il suo rapporto diventato ormai conflittuale con la creatura Minecraft, qualcosa diventato enorme da cui voleva sottrarsi da tanto tempo. Markuss Persson non voleva essere un’icona, non voleva diventare la voce di milioni di persone, voleva semplicemente continuare a programmare e dire la sua tramite twitter. “Io non sono un Ceo”, ha detto, “sono semplicemente un programmatore appassionato di videogiochi che vuole avere le sue opinioni su twitter”. L’obiettivo di Notch al momento è quello di stare un po’ per i fatti suoi facendo piccoli esperimenti nel campo dei videogiochi e del web, lasciando perdere però nell’esatto momento in cui il progetto dovesse ingrandirsi, come è stato per Minecraft. Vi mostriamo qui 0x10c, il prototipo spaziale a cui Persson si stava dedicando ma che ha deciso di mollare perchè, secondo lui, non divertente.

https://www.youtube.com/watch?v=w2k8QBcaaUM